Tag

, , , , , ,

con la speranza che questa preziosa istituzione non venga riformata anch’essa…
e non si venga a dire che del referendum non bisogna abusare: chi commette abusi è questo governo criminogeno; e l’ultima ‘arma’ rimastaci che possa arginare la fiumana di illegalità ed immoralità che rischia di travolgere la nazione deve essere considerata come massima espressione per noi cittadini relegati a rango di sudditi o di ‘figli scemotti’ – quando ci va bene – ai quali un padre con velleità di padrone vuole badare secondo le sue convenienze e non le nostre
buona firma e buon voto a tutti

Di Pietro deposita referendum
Da oggi firme contro il legittimo impedimento

Come promesso, Antonio Di Pietro ha depositato all’ufficio centrale per i referendum, presso la Corte di Cassazione, il quesito con cui si chiede l’abrogazione della legge sul legittimo impedimento. Il leader dell’Italia dei Valori era accompagnato dagli esponenti del suo partito Leoluca Orlando, Massimo Donadi, Felice Bellisario e Silvana Mura. Da adesso, dunque, l’Italia dei Valori potrà iniziare la raccolta delle firme che, successivamente, dovranno essere vagliate dalla Suprema Corte.

Sul legittimo impedimento grava anche la questione della possibile inconstituzionalità, sollevata dal pm milanese Fabio De Pasquale, nel corso del processo sulle presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv di Mediaset che vede tra gli imputati il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Se “di fronte a una certificazione del segretario della presidenza del Consiglio, il giudice deve rinviare il processo anche per mesi, allora la legge è costituzionalmente illegittima” ha detto De Pasquale, in riferimento alla lettera depositata dai legali del premier nella quale il segretario della presidenza del Consiglio ha indicato come prossime date utili per celebrare il processo il 21 e il 28 aprile.

(13 aprile 2010)

fonte: repubblicva

Annunci