Tag

, , , , , , , , , ,

13 maggio: aggiorno l’articolo con un estratto della conferenza stampa dopo il rilascio di stefano, rinnovando il biasimo su degeneri e degenerati rappresentanti delle forze dell’ordine che hanno lasciato segni ben evidenti delle loro percosse gratuite su un cittadino inerme…
guardate bene il video: questo ragazzo mite è stato descritto come un ultrà esagitato, trattenuto in carcere, due giorni in isolamento, malmenato e per giunta, danno oltre alla beffa, è ancora indagato per resistenza a pubblico ufficiale…
provate schifo, vergogna?
io sì…

non vorrei risultare qualunquista o prevenuto nei confronti delle forze dell’ordine, ma in questo video si vede chiaramente come due persone del tutto estranee agli eccessi del tifo da stadio vengono aggredite – uno dei due in particolare letteralmente coperto dall’orda in divisa che lo colpisce ripetutamente – solo perché scambiate per ultrà
considerazioni: anche se fossero stati ultrà, che bisogno c’era di picchiarli visto che non stavano facendo niente di male? come mai le forze di polizia si fanno tenere in scacco da tifosi megalomani che riescono a far sospendere partite facendo circolare false voci di morti? come mai (il commissariato è quello vicino al luogo dove è avvenuta l’aggressione immortalata da questo video) si permette a tifosi di mettere a ferro e fuoco un quartiere, commissariato compreso con i poliziotti che ‘stanno a guardare’?…
se proprio devono dar legnate, almeno le dessero a quelli giusti…
non so perché mi torna in mente il g8 di genova, con pensionate e minorenni dalle teste spaccate ed i black bloc che imperversavano a loro piacimento, riforniti di bastoni presi da un furgone che, guarda caso, era riuscito a violare la temutissima zona rossa…

p.s.   (10-5-2010)

stefano è ancora in carcere…probabilmente grazie al video che ha circolato ed alla celere azione di protesta e difesa di stefano, il peggio è stato evitato…il peggio sì, perché è difficile non pensare al povero stefano cucchi: al gugliotta pare abbiano fatto firmare forzatamente il rifiuto di ricovero, tra l’altro…
caso ovviamente delicato da analizzare bene e da accertare; di certo vedere ancora violenza gratuita da parte di chi ci dovrebbe proteggere nonostante la sequela di morti per mano delle forze dell’ordine, è cosa che, in un certo senso, comincia a far paura…

Annunci