Tag

, , , , , , , , , ,

non penso di essere l’unico in cui sorge un curioso dubbio ogniqualvolta il presidente del consiglio fa qualche discorso, cioè se sia effettivamente il nano mascarato su sopratacchi a parlare o se si tratti di un imitatore alla ricerca di facili e crasse risate…
tale dubbio si è puntualmente ripresentato un paio d’ore fa all’assistere in diretta al discorso che il presidente ha rivolto alla folla di lampedusani gaudenti (dovremo farcene una ragione: evidentemente prenderlo dove il sole non batte è piacevole, almeno per qualcuno…) temo non precettati, autotrasportati rifocillati e pagati come la compagnia di giro presente a san giovanni o davanti la procura di milano, ma contenti di esser menati per il naso ‘a gratis’
in un discorso sgangherato di pochi minuti, il catramato di arcore è riuscito a concentrare ammissioni di inadeguatezza, totale incompetenza, assoluta insensibilità condite col solito spregio delle istituzioni e del buon senso
inizia dicendo che se non è andato prima a lampedusa (come non è andato in parlamento a spiegare ai rappresentanti del popolo italiano cosa stesse succedendo) è perché fino a ieri notte non sapeva cosa fare…ma a mezzanotte – grazie a tremonti che lo ha autorizzato… – ha fatto scattare ‘il piano’: mandare delle navi a prelevare i migranti per poi dislocarli sul suolo nazionale, non dicendo ovviamente dove
wow
praticamente ammette di non aver fatto una mazza per mesi quando, a prescindere dalle fotte di maroni sui milioni profughi, la cosa più logica ed ovvia che potesse succedere con tutto il nord africa in fiamme (sorvoliamo su balcani e medio oriente) era che qualche migliaio di migranti si dirigessero sul più facile approdo nazionale, ossia lampedusa; e si fa pure vanto di un’atto (mandare qualche nave per trasferire i migranti) che avrebbe dovuto essere concepito mesi prima
e giù applausi
ma la perla viene a fine discorso
sempre ieri notte, mentre con tremonti e qualche altro ministro metteva a punto questo piano degno dello sbarco in normandia, il nano mascarato dichiara di essere andato su internet – avrà formattato l’hard disk, visto che quando gli accendevano il pc (lui non sa farlo) si aprivano solo siti di escort – aver scelto un stupenda dimora su cala dei francesi (immagino sia uno di quei posti mozzafiato di cui lampedusa è prodiga) e di averla acquistata, diventando così lampedusano di adozione, ergo personalmente interessato che le cose sull’isola vadano bene
a queste parole, fuor d’ironia, c’è davvero da star male
esse sono la conferma che non è semplicemente un calcolo elettorale che guida gli atti beceri di questo insulto vivente (dicendo beceraggini ed evitando sostanza e ragionamenti seri, becco sì voti ‘beceri’, ma che contano tal quale voti ‘ragionati’) ma che è proprio fatto così: compro dunque risolvo, mi approprio di qualcosa, poi me ne prendo cura, che non è esattamente il massimo per un uomo(…) delle istituzioni
lampedusa è teatro di uno scandalo composto da migliaia di persone fisicamente nella merda e senza cibo, ma lui ha risolto acquistando una mega villa che agli occhi dei lampedusani dovrà farlo sentire ‘uno di loro’
e giù applausi
chi è causa del suo mal, pianga se stesso?
ma quale pianto, questi applaudono giulivi come badesse davanti ad un presepe vivente…
coglioni e contenti

Annunci