Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

OkNotizie
verrebbe da chiedersi se la china esoterica intrapresa da maurizio belpietro è da imputare allo shock patito nel dover scrivere ed argomentare le solite bufale su commissione e se i gran soldi che il suo padrone gli passa – anche con contratti mediaset – ed i rimborsi per l’editoria (questi glieli passiamo noi contribuenti) che libero, strano caso di ossimoro editoriale, riceve in abbondanza non riescano comunque ad annullare del tutto la sua coscienza, briciole della quale devono essere evidentemente rimaste integre
di certo fa impressione vederlo deglutire quantità industriali di saliva* quando argomenta che david mills, nella famosa lettera in cui confessa la sua reticenza prezzolata per salvare ‘mister b.’, si riferisse a carlo bernasconi, manager fininvest, e non al nano mascarato su sopratacchi…cosa volete farci, belpietro è così: denuncia un attentato alla sua persona e si scopre che l’attentatore è un fantasma (ecco la china esoterica), deve parare il culo al suo padrone e chiama in causa un morto (vero) senza però spiegarci perché cacchio mai il compianto bernasconi avrebbe dato 600.000 dollari all’avvocato britannico che, se la famosa lettera-confessione si riferisse al manager, avrebbe scritto delle parole senza capo né coda…
se si può dare un consiglio al maury, sarebbe semplicemente chiedere scusa o quantomeno spiegare gli estremi di quel molto presunto attentato subito, visto che tanto strepitava all’epoca dei fatti quando gli si faceva notare la strana dinamica dell’accadimento e lasciar perdere chi è passato a miglior vita…e magari, se fra una bufala e l’altra riesce a fare il giornalista per cinque minuti cinque, spiegare ai suoi lettori (ammesso che ne abbia) che se il catramato di arcore non avesse beneficiato dello stralcio dovuto alla andata in vigore del legittimo impedimento nel lasso di tempo occorso dalla promulgazione fino all’annullamento della consulta, il presidente del consiglio sarebbe stato condannato in via definitiva, con pena annullata in quanto il reato prescritto (inutile precisare che non si tratterebbe di assoluzione…o no?)

no, non ho intenzione di fare la solita ironia sulle fattezze di gasparri nel citare gli specchi (fra l’altro, il buon maurizio non mi sembra tutta ‘sta bruttezza e non ha neanche gli occhi storti: è che sono un po’ a palla e c’ha la palpebra calata alla rocky balboa, tutto qua…) ma semplicemente non si può non ammirare la rimarchevole scalata su, appunto, specchi ed a mani nude quando alla precisa domanda di bianca berlinguer se l’impresa vaffanculesca di la russa all’indirizzo del presidente della camera fosse cosa stigmatizzabile o meno, il senatore invece di rispondere semplicemente “sì, ha sbagliato” o “no, non c’è niente di particolarmente grave” ha cominciato a citare situazioni che niente avevano a che vedere col fatto e glissando sulla gravità inaudita (non s’è mai verificata una cosa del genere nella storia repubblicana tant’è vero che gli esperti non sono sicuri e concordi su quale possa essere l’eventuale sanzione da infliggere al ministro) degli atti e parole di la russa; anzi ha cominciato ad andare a ritroso nel tempo citando eventi parimenti deprecabili (secondo lui) che se la berlinguer non lo fermava probabilmente gasparri avrebbe giustificato la russa in base al fatto che eva ha coglionato adamo (anche un po’ sellerone, diciamolo…) con la storia della mela e la solita stampa di sinistra non ha dedicato al fatto neanche un trafiletto, né il bolscevico santoro ha mandato formigli a provocare la biblica turlupinatrice

ferrara…capisco che mettersi a dieta per lui sia cosa impossibile, ma continuo a chiedermi perché la televisione pubblica debba subire la purga di pagare tremila euro a puntata questo pachiderma (definizione sua) che per mettere in fuga i telespettatori non ha manco bisogno di barrire, ma semplicemente riuscendoci con l’apparire sul teleschermo…
non voglio ripetermi, ma è sempre la solita storia: boicottano trasmissioni che viaggiano sul venti per cento di share costantemente e che fruttano (anzi, poco poco scendessero nel gradimento sarebbe l’ennesimo appiglio per ventilarne la chiusura) e poi si deve assistere a questo accanimento terapeutico nel tenere in piedi, ribadisco a spese nostre, fallimenti totali che fanno a gara di ascolto e visione col monoscopio…ma il monoscopio fisso, mica quello della tv bianco e nero in cui si vedeva scorrere un antennone, roba molto più movimentata ed appetibile della panza ex comunista e prezzolata cia che quotidianamente – e all’insaputa dei più… – invade rai uno

*ad onor del vero è doveroso ribadire che belpietro ha la salivazione cronicamente abbondante, retaggio ultra decennale di attività leccaculesca esplicitata a livelli indubbiamente da fuoriclasse

Annunci