Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

OkNotizie
contravvenendo ad una sorta di prassi dettata dalla non invasività alla quale mi ispiro, scrivo questo pezzo in relazione e citando direttamente una persona fin troppo citata
mi spiego
marco travaglio, a mio ‘insindacabile’ giudizio, è un giornalista coi fiocchi
di più: è un giornalista, con ciò intendendo che se si vuole omaggiare una persona perché fa bene il suo mestiere, basta dire che quel mestiere lo fa…esempio sia quando vediamo un calciatore particolarmente bravo, oltre che dedicargli epiteti ed aggettivi a iosa e superlativi, in fin dei conti diciamo “quello sì che è un giocatore…”
questa mia riflessione prende spunto da uno specchietto che ho letto su il fatto quotidiano di ieri, spunto confermato dall’editoriale di travaglio sull’uscita di oggi
nello specchietto viene demolita l’assurda tesi che poggia su basi inesistenti, cioè che il pm de pasquale – che ha chiesto il rinvio a giudizio per il nano mascarato su sopratacchi nel procedimento mediatrade – sarebbe il colpevole del suicidio di gabriele cagliari, uomo di craxi, in quanto lo avrebbe arrestato e poi non rilasciato come promesso
la tesi è una di quelle bufale di pubblico dominio come tale – cioè bufala – e solo un disinformato o peggio, uno che le cose le sa e dolosamente le adultera può supportarla: un pm non ‘arresta’, lo fa un gip (che è un giudicante, non inquirente) e ciò rappresenta una delle tante garanzie previste dai codici; nello specifico, inoltre, cagliari rimase in carcere perché dal carcere inquinava le prove
la bufala poi viene condita dal proclama che “è scandaloso (e malato) che de pasquale e boccassini si occupino da vent’anni di craxi e berlusconi” cosa del tutto falsa, basta vedere le date…anzi, la boccassini vent’anni fa era in sicilia, manco a milano
autore della bufala? giuliano ferrara, durante i minuti della sua filippica fuggi-fuggi pre-minzolini (il fuggi-fuggi è riferito agli spettatori di rai uno che cambiano canale nonostante siano di bocca notoriamente buona ed ecumenica…) del 4 aprile, costata tremila euro (come tutte le altre puntate-panzana) che la televisione di stato (cioè noi) paga ad un dipendente del nano catramato (scrive su panorama) che becca pure contributi dello stato (per il foglio) per difendere il suo indifendibile padrone sulla televisione di stato che gli ha approntato un contratto in quattro e quattr’otto (mentre per lo stesso travaglio stanno aspettando l’inchiostro simpatico con cui, finalmente, stilare il suo…)
ma la cosa che manderebbe fuori dai gangheri anche il più mite fra i miti (il riferimento è all’editoriale di travaglio su il fatto di oggi che citavo prima), è la querelle montata sulle intercettazioni che vedono il presidente del consiglio parlare con girls della sua scuderia, fra cui la futura consigliere regionale minetti (che assurgerà anche al fantomatico titolo di ‘consigliere ministeriale’ per far rilasciare ruby, titolo e funzione che nessuno ancora s’è preso la briga di spiegare in cosa consistano…)
ebbene,  fomentatasi la canizza perché tali intercettazioni non avrebbero essere dovute trascritte in quanto non si può intercettare un parlamentare (ed il nano mascarato purtroppo lo è) senza l’autorizzazione della camera di appartenza, figurarsi lo sdegno virginale dei vari sallusti, cicchitto, gasparri e compagnia al vedere tali intercettazioni pubblicate sul corsera (cicchitto lo ha anche bacchettato ieri a linea notte, mentre continuava a sparar cazzate cercando di non far parlare la torre – che di per sé è forse opera meritoria… – e sorgi, dimenticando che compito di un giornale è essenzialmente pubblicare)
ad onor del vero devo dire che per tutto ieri, sentendo e vedendo tutti i media avallare la tesi del ‘grave errore’ della procura, anche se perplesso e non essendo un esperto giuridico, mi son detto “be’, fra migliaia e migliaia di pagine, atti e quant’altro, magari la cappellata l’hanno fatta, ma ciò non toglie che per una cazzata un’indagine sia tutta sbagliata…”
ebbene, cappellata un cazzo: cosa che avevo intuito, non era l’utenza del presidente ad essere intercettata, ma quelle delle girls, quindi le conversazioni possono essere utilizzate per procedimento contro di loro (vedi minetti che è indagata per sfruttamento della prostituzione) ed anzi nel metterle agli atti, la procura ha comunque reso un servizio alla difesa, che viene a conoscenza di cose concernenti il suo assistito che non avrebbe saputo se le intercettazioni fossero state mandate al macero…
proprio ieri ho pubblicato un pezzo in cui si parla, appunto, di un mondo al rovescio ed eccone la prova: per tutta una giornata – e penso proseguiranno anche oggi – la quasi totalità dell’informazione ha dato per buona una tesi che è l’esatto contrario della verità
e non si tratta di buoni e cattivi perché, per quanto faccia ribollire il sangue che gente come sallusti (anche lui rimpinguato da contributi statali, cioè che scrive cazzate e lo paghiamo pure) faccia propaganda propagandando fotte, nessuno – a quel che ho visto e sentito – si è dato la pena di controllare se l’operato della procura fosse effettivamente erroneo, prima di dichiararlo tale o dare seguito a tale falsità…sarebbe bastata una minima verifica su dei dati acclarati, cosa che sarebbe la più ovvia base di lavoro anche per un praticante, ma niente: testa bassa e avanti come montoni
da tutto ciò lo strano titolo: anche se travaglio fosse uno scemo, avrebbe comunque partita vinta con questa gente che il suo mestiere proprio non sa farlo e che anzi dovrebbe proprio cambiare lavoro, ammesso che ne abbia mai avuto uno…

Annunci