alemanno, vai a cagare tu, tua moglie, tuo figlio e tua sorella

dopo aver visto roma ridotta una fogna a cielo aperto causa qualche ora di pioggia, con i tombini che anziché ingurgitarla, l’acqua la sputavano a tutto spiano, ci eravamo illusi che di peggio non potesse accadere…errore: qualche ora di neve (che strano, nel periodo più freddo dell’anno mo’ nevica pure…) e la tom-tom ha verificato 280 chilometri di code nella capitale
e il primo cittadino cosa risponde a chi gli chiede conto? “non mi avevano avvisato”
ora, non voglio qui schierarmi con gabrielli, tutt’altro, ma fare un ragionamento semplice semplice:
a prescindere dai dati forniti (ed ammesso che alemanno li abbia letti), trattandosi di previsioni, non è stabilito da nessuna legge che quel che poi accade non possa essere molto meglio o molto peggio del previsto
se però una perturbazione che sta mietendo vittime a decine nell’est europa ‘entra’ nel nord italia e porta le temperature anche a meno trenta con metrate di neve, cominciando a discendere senza perdere di potenza (e questo lo si sapeva da qualsiasi notiziario) se non fai un cazzo di niente per prevenire i probabili disagi o hai harry potter a libro paga, o sei un mentecatto pure potenziale criminale, visto che con la tua inettitudine metti a repentaglio la vita della gente (provateci voi a stare 8-10 ore incolonnati sul raccordo anulare a zero gradi)
non uno spala neve, non uno spargi sale…niente di niente
e sentire alemanno che a danno avvenuto dice che ora verranno approntate tonnellate di sale, aggiunge la beffa al danno, visto che l’efficacia degli interventi sta nell’anticiparli i danni, altrimenti così siamo buoni tutti a fare i sindaci
ovviamente oggi (sabato) la città era ‘isterica’, nel senso di negozi aperti a caso e automobilisti incerti
io ho camminato per ben quattro ore, recandomi in via nazionale e passando da san lorenzo (andata) e piazza bologna al ritorno (mi scuso con i non romani ma è per circonstanziare) ebbene: ho trovato un solo edicolante aperto in zona termini – abita lì vicino – e mi ha detto che stava in edicola dalle cinque e mezza  senza aver visto niente e nessuno a rimuovere la neve…se la strada si è ripulita è stato grazie alle macchine che passavano e, ovviamente, al sole che ha fatto innalzare la temperatura
sui marciapiedi però rimane uno strato di neve pesta e dura che se ghiaccerà, al cto faranno gli straordinari…
la vera rabbia personalmente viene quando a fronte di vere e proprie catastrofi gestionali, nessuno si assume responsabilità
sinceramente avrei preferito che il sindaco avesse detto “non abbiamo i mezzi”, “sono finiti i soldi” , “roma non è attrezzata per questi eventi ed io non faccio i miracoli” che assistere a questo scarica barile pure protervo
perché si tratta dello stesso sindaco che in quattro e quattr’otto ha messo una pletora di amici a fare i dirigenti strapagati (tipo l’atac, perennemente sotto organico di autisti) invece di organizzare la periodica pulitura degli scoli e mettere a disposizione degli spalaneve, giustificando il macello successo anche con frasi senza senso del tipo “ha nevicato nel circondario quindi roma se l’è dovuta vedere da sola”…ma se a roma non ci bada il sindaco, chi dovrebbe pensarci?
non ultima – c’è da crederlo più che sperarlo – la buffonata della distribuzione di pale ai cittadini volenterosi di aiutare per la rimozione della neve: io direi di approfittarne e farsele dare, quelle pale…
davvero mi chiedo quanto ancora la gente sarà disposta a sopportare questa accozzaglia di approfittatori senza esplodere: la famiglia alemanno, poi, è un campionario mica da niente, visto che oltre ad un sindaco che avrebbe difficoltà ad amministrare pure il villaggio dei puffi, abbiamo: una sorella che sbafa (letteralmente parlando) a spese nostre riconfermata nel posto che le permette di sbafare dal tecnicissimo governo monti (che diceva essere pure preoccupato, ipocrita del cazzo), un figlio testimone di pestaggi fascisti che non parla ma che fa carriera nei movimenti giovanili di destra (tutto suo padre…) ed una moglie che di cognome fa rauti, quindi è superfluo aggiungere altro…
concludo dicendo che bisogna intendersi: roma non è certo una città semplice da amministrare ma riflettiamo, oltre sullo scempio della gestione neve, sul fatto che nonostante il blocco di assunzioni voluto dall’amministrazione dopo lo scandalo delle assunzioni l’ama ha abbia appena nominato due dirigenti, strainfischiandosene del ‘divieto’…allora mi chiedo se alemanno non sia ostaggio di qualcuno che lo ha messo lì a fare il pupo, visto che non c’è nulla, dalla gestione dell’ordinario allo straordinario – passando per il tema sicurezza – che questa sottospecie di sindaco sia in grado di affrontare decentemente

3 commenti

  1. Con tutti quei soldi che ha sottratto al resto d’Italia per portarli a Roma capitale, ancora non ha voluto né muovere il culo lui, né farlo muovere ai ‘suoi’ per evitare ‘sto disastro de merda! Se vergognassero lui e tutti come quelli a lui uguali. Buffoni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...