che io sappia, un’aggressione verbale non lascia lividi…

sarebbe il caso di applicare il concetto di ‘cattivi maestri’ a figure o meglio, figuri contemporanei, evitando così che il significato dell’espressione si cristallizzi in un passato che, alla luce di eventi come questo di tor vergata, sembra non passare mai; ed a questo proposito ripropongo il video che immortala l’ultima prodezza di la russa, la cui gravità aumenta data la vicinza temporale col pestaggio di tor vergata
la solerte senatrice accademica di destra – estrema, temo – dovrebbe poi spiegare in base a quale regola mette sullo stesso piano un’aggressione verbale con un pestaggio in piena regola, in special modo quando il contesto della prima è tutto da valutare mentre nella seconda è alquanto palese
se magari poi riuscisse a spiegare la presenza di ‘studenti’ di 40 e 50 anni, ritenendo improbabile il fattore ‘fuori corso’, ci farebbe cosa altrettanto gradita


Roma, scontri all’università: «Aggressione fascista»

“Stavamo facendo un volantinaggio contro il convegno indetto da Blocco studentesco. Quando ci siamo avvicinati all’aula, gli stessi del Blocco ci hanno aggrediti ed è scoppiata una rissa che è durata dieci minuti. Tre nostri compagni sono al Policlinico Tor Vergata, altri due si sono fatti medicare, altri sono qui doloranti e abbiamo saputo che i fascisti del Blocco, ora ci stanno cercando all’interno dell’università”. A raccontare il parapiglia scoppiato stamattina nella facoltà di Lettere dell’università Tor Vergata è Martina dei collettivi universitari che stava distribuendo volantini, insieme ad altri 15 suoi compagni, contro il convegno sui “popoli identitari” indetto da Blocco studentesco. “Ma erano presenti anche altre persone, anche gente di 40-50 anni”, dice la studentessa. Ora il presidio dei collettivi si è spostato sul prato della facoltà. “Sappiamo che hanno spostato il convegno alla facoltà di Giurisprudenza dove, evidentemente, sono più forti – conclude Martina – noi stiamo qua in mezzo agli altri studenti anche perché stiamo tutti un po’ doloranti, anche io ho preso un colpo alla mascella”.

“Esprimo vicinanza ai ragazzi dei collettivi universitari di Tor Vergata aggrediti questa mattina da un gruppo di neofascisti. Il rettore non deve garantire l’agibilità politica a questi personaggi che continuano a imperversare nell’università con azioni squadriste. La campagna elettorale dei gruppi neofascisti si è sempre caratterizzata da azioni violente. Non è accettabile che l’università diventi laboratorio politico dell’estrema destra. Le forze democratiche devono mettere in campo tutte le azioni necessarie per evitare che i neofascisti utilizzino le facoltà come luogo di visibilità politica attraverso azioni violente”. A dichiararlo in una nota è Gianluca Peciola, consigliere provinciale di Sinistra, Ecologia e Libertà e coordinatore del Gruppo Federato della Sinistra in Provincia.

«Durante lo svolgimento della conferenza ‘Popoli Identitari’, iniziativa culturale approvata e finanziata dall’Ateneo di Tor Vergata, un gruppo di militanti del ‘Collettivo Lavori in Corso’ ha fatto irruzione nella facoltà aggredendo verbalmente e fisicamente gli studenti che partecipavano attivamente all’iniziativa». È la replica di Sandra Silvestri, senatore accademico dell’Università Tor Vergata e tra i promotori dell’iniziativa che si è tenuta questa mattina alla facoltà di giurisprudenza. “Quanto accaduto oggi è gravissimo e imbarazzante nei confronti degli studenti e dell’immagine stessa dell’Ateneo – commenta Silvestri – La conferenza è stata realizzata nel pieno diritto dell’organizzatore e nel pieno rispetto delle procedure previste dall’istituzione universitaria”. “Il buon esito dell’iniziativa, che ha visto la partecipazione di numerosi studenti, ha evidentemente infastidito qualcuno. Ora – conclude Silvestri – chiediamo che il Rettore stesso renda conto a tutta la comunità universitaria di quanto accaduto e prenda una posizione forte nei confronti della organizzazione Collettivi Lavori in corso, protagonista assoluta in negativo degli episodi di violenza ai quali oggi abbiamo dovuto assistere e nei confronti della quale io e altri colleghi avevamo già sollevato in sede di Senato Accademico, un’interrogazione disciplinare”.

15 marzo 2010
fonte: l’unità

1 risposta a “che io sappia, un’aggressione verbale non lascia lividi…”

  1. 脱毛エステシースリーのすばらしさは、全ての店舗で使用している脱毛マシン「ルネッサンス」でしょう。日本人特有の肌質や毛質に合った全て国産の独自で開発した高性能マシンです。さらに、脱毛の際には、ジェルトリートメントによってお肌が保護され、脱毛とともに美しい肌ができあがるという脱毛方法になります。

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...