frattini, al di là del nulla…

in una politica basata sui cosiddetti ‘yesmen’ c’è un genialoide che riesce ad andare oltre: frattini, alias ‘boh?…man’
intanto, tre nostri connazionali da sabato sono agli arresti senza un’icriminazione ufficiale e senza un legale che li tuteli, chi chiede conto di ciò è accusato di essere un terrorista anche lui (vedi la russa su ferrero), gino strada dovrebbe stare zitto e non pronunciarsi a favore dei suoi collaboratori “sennò fa politica”…ma che cazzo vuol dire? e, dulcis in fundo, roba di cui si parla poco e niente, l’ospedale di emergency ‘ha chiuso’, passato di mano da volontari che curavano i feriti ‘a prescindere’ (come previsto dal buon senso, dalla tanto bistrattata carità cristiana e, soprattutto, dalle convenzioni ufficiali), a coloro che hanno portato a compimento gli arresti, dando luogo, nella migliore delle ipotesi, ad un arbitrio basato su un’esagerazione abnorme (se trovi delle armi in un ospedale in zona di guerra non vuol dire che dal capo chirurgo ai portantini siano tutti dei terroristi), nella peggiore, ad una farsa (bisognerebbe sapere con certezza assoluta chi ha messo lì le armi, ammesso che ci fossero effettivamente; a pensar male si fa peccato, ma…)
e mi preoccupa che, a dispetto di rallentamenti, titubanze e ‘risse mediatiche’ al solito piazzate nei palinsesti quando non si sa cosa rispondere, la seconda ipotesi è quella che prende più corpo man mano che il tempo passa

Sostiene Frattini

di Furio Colombo

Se c’è una qualità di Franco Frattini, ministro degli Esteri italiano, è il candore. Di fronte alle commissioni Esteri Camera e Senato in seduta congiunta, ha raccontato una storia sulla vicenda dei tre italiani di Emergency arrestati misteriosamente sabato scorso da uno strano schieramento di poliziotti afghani e di soldati inglesi. Una storia che sarebbe considerata esagerata anche dal produttore di un film di Quentin Tarantino. “Si preparavano a una esplosione in mezzo alla folla di Helmand (la città più vicina all’ospedale Emergency di Lashkar Gah) per portare i corpi straziati delle vittime nel centro sanitario di Gino Strada”. Un’altra versione, sempre riferita con candore dal capo della diplomazia italiana è: “Il governatore, Gulab Mangal sarebbe stato fatto saltare in aria durante la visita ai feriti nelle corsie di Emergency”. Se c’è un difetto vistoso (si ripete sempre) di Franco Frattini è l’incapacità di prendere da solo una decisione. Purtroppo Berlusconi è partito senza lasciare indicazioni precise, né a Roma, né ad Arcore.   Frattini, anche se ha il microfono della tv a un centimetro dal viso, parla con voce alta e stentorea, come davanti alla piazza Tien An Men. E declama: “Se c’è un errore che non farò, è di andare in Afghanistan”. Infatti gli era stato detto, alla riunione Camera-Senato: “Usi un po’ di autorità in questa vicenda per sapere, per capire. C’erano soldati inglesi quando sono stati arrestati e poi scomparsi gli italiani. Perché? Lo sapevano a Londra? Lo sapevano a Roma? Quando?”. Frattini fa l’elenco: Ha ottenuto un incontro con il ministro degli Esteri afghano. Dove, quando, se lui non parte? Berlusconi ha mandato una lettera a Karzai   . Che cosa ha chiesto? Lo sorprende una domanda di Emma Bonino: “Come fanno a parlare di confessione, se li hanno interrogati senza avvocati?”. Frattini declama i nomi di tre avvocati afghani che, in futuro, veglieranno. Ma dove sono Matteo Pagani, Marco Garatti, Matteo Dell’Aira? Non chiedetelo a Franco Frattini. Non farà l’errore di prendersi la responsabilità di un simile evento mentre Berlusconi è fuori.

fonte: il fatto quotidiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...