sta succedendo qualcosa

denis verdini indagato e su cui emerge sempre più chiaro il grumo politici-imprenditori a dir poco osceno – se sei un politico o un funzionario pubblico, da coloro a cui dài le commesse non devi accettare neanche uno spillo –
achille toro – il chiacchierato magistrato, visto che il vizietto di spifferare non è la prima volta che va sulle cronache – è ‘saltato’…
il tutto mentre a milano l’orologio torna a diciotto anni fa: tangentopoli piena…

La Camera verso la fiducia sul decreto legge. Il sottosegretario presente in mattinata chiede di poter andare in Calabria
A breve procedimento disciplinare per il procuratore aggiunto di Roma che annuncia: “Lascio la magistratura”

Inchieste sul G8, si dimette Toro
Bertolaso: “Io sono parte lesa”

Lettera aperta: “Responsabile di possibili errori e omissioni, che non sono reati”
Bossi: “Spero che non lo si usi per colpire Berlusconi se no diventa un Paese troppo brutto”

ROMA – E’ in atto “un’operazione contro di me”, che colpisce anche “le migliaia di persone che lavorano nella Protezione Civile italiana”. Lo afferma Guido Bertolaso nella sua lettera aperta “alle donne e agli uomini della Protezione civile”, in cui si definisce “parte lesa, non coimputato o colpevole” e afferma di sentirsi come un “alluvionato”. Intanto in Aula alla Camera, dopo il passaggio televisivo di ieri sera a Ballarò, Guido Bertolaso si dichiara disponibile a recarsi per un sopralluogo in Calabria, e lascia a fine mattinata Montecitorio. Dove prosegue il dibattito per la conversione del decreto sulla Protezione civile, da cui è stata stralciata la norma che prevedeva la trasformazione in spa. Ma la giornata è segnata anche dalle dimissioni del procuratore aggiunto di Roma Achille Toro, tirato ripetutamente in ballo nelle indagini sul G8 alla Maddalena, che ha annunciato di lasciare definitivamente la magistratura.

E oggi, a difendere il sottosegretario finito nella bufera per le inchieste giudiziarie sugli appalti del G8, è Umberto Bossi: “Spero che non si usi lui per colpire Berlusconi – dichiara – se no diventa un Paese davvero troppo brutto”. E dopo l’indagine a carico, a breve, per il procuratore aggiunto di Roma Achille Toro sarà avviato un procedimento disciplinare. Il magistrato è accusato di rivelazione del segreto di ufficio assieme al figlio Camillo (accusato anche di favoreggiamento personale) nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Firenze sul G8 alla Maddalena.

“Vorrei recarmi in Calabria”. Intervendo alla Camera, Bertolaso spiega così la sua richiesta di lasciare Roma per le zone dell’emergenza: “Il Dipartimento è stato presente dai primi minuti della vicenda – osserva Bertolaso a proposito dell’ emergenza frane in Calabria, sollecitato da Nucara – ci sono i nostri tecnici, sia in Calabria che in provincia di Messina. Ho parlato con i vari sindaci dei comuni interessati, mi sono sentito con il presidente Loiero e gli ho detto che avevo questo importante impegno istituzionale stamane. Se l’Aula mi darà l’autorizzazione, anche se sono abituato a seguire punto per punto tutti i lavori dei provvedimenti che mi riguardano, vorrei recarmi giù in Calabria per fare un sopralluogo, e vedere esattamente quale altri interventi nell’immediatezza e magari riferire al mio rientro sugli esiti”. E così accade: lui parte, e riferirà domani

Il dibattito alla Camera. E in Aula, il dibattito sul decreto legge sulla Protezione Civile prosegue: 224 deputati dell’opposizione si sono iscritti a parlare, con interventi di massimo 10 minuti a testa. Il decreto scade il prossimo 28 febbraio e, visto che dovrà tornare al Senato, è probabile che il governo ponga la questione di fiducia.

L’opposizione. I Gruppi del Pd, Udc e Idv “sono pronti a ridurre a 40 il numero degli emendamenti al decreto Protezione civile, rispetto agli oltre 300 presentati, se il governo rinuncerà a porre la fiducia”. Lo comunicano i gruppi Pd, Idv e Udc in una nota congiunta.

La lettera. E’ in atto “un’operazione contro di me”, che colpisce anche “le migliaia di persone che lavorano nella Protezione Civile italiana”. Lo afferma Guido Bertolaso nella sua lettera aperta, in cui si definisce “parte lesa, non coimputato o colpevole” e afferma di sentirsi come un “alluvionato”.

Nel testo Bertolaso si dice “fin d’ora responsabile di qualche possibile errore e omissione” che fino a prova contraria non sono “reati, congiure, atti intenzionali e voluti”. Inoltre il capo della Protezione civile parla di sè come di una “alluvionato”, facendo un parallelismo tra la sua situazione attuale e quella delle tante persone vittime di catastrofi naturali che ha conosciuto nel suo lavoro. Catastrofi che possono essere “naturali o antropiche; oggi dico, azione con intenti distruttivi premeditata e voluta”.

Secondo Bertolaso c’è chi getta “fango nel ventilatore e coloro che a secchi alimentano questa operazione, colpiscono senza alcuno scrupolo non solo la vittima designata, ma anche tutte le persone che costituiscono la rete dei rapporti di vita di ciascuno, la moglie, i figli, i parenti, gli amici. Nel mio caso, anche le migliaia di persone che lavorano nella Protezione Civile italiana”, specie “i volontari”. Esprimendo “rabbia”, “dolore”, “sofferenza”, Bertolaso sottolinea che in questo modo si “travolge tutto in nome di un preteso diritto a veder chiaro, a scovare i colpevoli, linciarli, sputtanandoli per toglierli di mezzo”.

Presto procedimento disciplinare per Toro. Il procuratore aggiunto di Roma Achille Toro, indagato per rivelazione del segreto d’ufficio in concorso con il figlio Camillo, il quale è anche indagato per favoreggiamento, nell’ambito dell’inchiesta sui presunti illeciti legati ai cosiddetti “Grandi eventi”, potrebbe presto essere oggetto di un procedimento disciplinare. La procura generale presso la Cassazione ha chiesto alla procura di Roma, in via preliminare, informazioni sul procedimento, al momento al vaglio della procura di Perugia, riguardante il presunto giro di tangenti subordinato alla realizzazione delle opere (mondiali di nuoto 2009, G8 alla Maddalena, celebrazioni per i 150 dell’Unità d’Italia). In serata la notizia che il procuratore ha deciso di lasciare definitavemnte la magistratura.

(17 febbraio 2010)

fonte: repubblica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...