il catramato fa tutto lui, si sa…

dice che il governo alla fine si è fatto grazie a lui che ha autorizzato salvini…

berlu

Annunci

quando il killer è lo stato (laico o religioso)

ritratto (95x160)nahed hattar, ucciso a colpi di pistola. keith lamont scott, ucciso a colpi di pistola. contesti molto differenti, forse opposti, dinamiche simili se non identiche. il primo assassinato da un imam che, in posti come la giordania dove la religione è stato, può essere considerato uomo di stato…in più mi chiedo se il semplice condividere su un social network una foto porta all’incriminazione e al dover sostenere un processo, non configuri una complicità dello stato (appunto) nell’assassinio di una persona che quello stesso stato dovrebbe semmai proteggere.
il secondo, scott, ucciso da agenti della polizia di charlotte, un video prodotto dalla stessa polizia che dovrebbe scagionare i suddetti che invece conferma l’ennesima ‘esecuzione’ di un individuo in quel momento inerme comunque inoffensivo.
tutto ciò è la conferma che nelle forze dell’ordine statunitensi (e forse nelle polizie di tutto il mondo ma è degli states che stiamo parlando ora) sono presenti dei killer ‘autorizzati’ dal distintivo e con tanto di stipendio – leggi: pagato dalla comunità – e che fra i religiosi/uomini di stato della giordania (e forse di tutto il mondo ma è della giordania che stiamo parlando adesso…) sono presenti degli assassini, pronti ad entrare in azione se non credi in quello che credono loro, se non credi in ciò che loro ti dicono di credere

medici e obiezione

judas header2radiazione per i medici che negano o semplicemente sconsigliano i vaccini. il ministro lorenzin ha dichiarato che l’obiezione di coscienza non può prevalere sulla tutela della salute. evviva…sul serio, mi verrebbe da esultare (ho solo un flebile(…) dubbio e cioè se tutto ciò non sia un favore alle case farmaceutiche). poi però mi chiedo: costringere una donna a fare il proverbiale e quanto mai azzeccato giro delle sette chiese per poter abortire – chimicamente o con intervento – e vedersi porte e portoni sbattuti in faccia mentre un feto non voluto continua a crescere in grembo non è un attentato alla salute? e prima che qualche minkione se ne esca con la fotta che si tratta di obiezione religiosa, ricorderei ad i suoi eventuali neuroni solitari che siamo in uno stato laico e se l’eventuale medico obiettore deve rendere grazie a qualche zio prete che gli ha fatto fare carriera a noi ce ne importa meno che nulla

il senso di renzi&co. per la legge elettorale

IMG_7531copia“se il pd risulta essere il primo partito il premio di maggioranza va alla lista e non alla coalizione”

“e se i cinque stelle prendono più voti?”

“allora il premio di maggioranza va alla coalizione”

“e se i  cinque stelle, pure da soli, prendono più voti di tutti i partiti e di tutte le coalizioni?”

“Allora buchiamo il pallone”

nanni moretti: meno recita, meglio è…

ritratto (95x160)ero  davvero giovane quando feci un riflessione semplice semplice: “sì, non impazzisco per i film di moretti ma il punto è un altro…come attore fa proprio schifo”; a corroborare questo mio criticabilissimo pensiero (anche nel discutere la questione con amici) ho sempre ‘suggerito’ che moretti avrebbe dovuto trovare un alter ego al di qua (o là, se preferite) della macchina da presa, bravo attore, al quale far interpretare il se stesso che propone nei suoi film

ma veniamo ad oggi: stamane leggo l’editoriale di travaglio (che quando divaga sulla satira o sulla critica artistica mi innervosisce, un po’ perché non lo ritengo all’altezza – per la satira- ma più che altro perché dai suoi editoriali – che da quando è diventato direttore sono raddoppiati di estensione, bene – uno si attende la precisa critica ragionata agli scempi che i nostri politici e la fauna che li circonda sono soliti produrre, ma questo è un altro discorso) e su detto editoriale trovo una citazione di dino risi il quale diceva, riassumendo, che moretti avrebbe dovuto stare, recitativamente parlando, ben lontano dai suoi film…ora, io non ho visto l’ultimo prodotto di nanni moretti ma so che ha affidato ‘se stesso’ alla buy, anche se recita una parte minore; io continuo a pensarla come tanti anni fa: più moretti sta lontano dal recitare, meglio è, senza che ciò intacchi minimamente una cosa che, piaccia o no, è ben più che assodata: nanni moretti non è semplicemente un cineasta e/o un artista ma un uomo di cultura nonché fine politico

ah, si dice che moretti abbia un carattere di merda…e chi se ne frega

15/04

aggiorno l’articolo con una riflessione fatta stamane: una vocina ben cattivona mi suggerisce che forse il buon nanni ha scelto di defilarsi – e manco tanto, visto che comunque in ‘mia madre’ ha un ruolo – in quanto sarebbe stato alquanto singolare che il moretti storico coincidesse con il personaggio interpretato visto che per la madre non sarebbe potuto essere altrettanto, per l’ovvio motivo della sua scomparsa