finmeccanica è mia

Odio, “follia”, cordate: questa è Finmeccanica

LO SCONTRO VIOLENTO TRA L’AMMINISTRATORE E IL DIRETTORE DEL COLOSSO (IN CRISI) DA 70MILA DIPENDENTI

di Giorgio Meletti

È un po’ pazzo?”, chiede Ettore Gotti Tedeschi, ancora per poche ore al vertice dello Ior, la banca del Vaticano. “No, è assolutamente pazzo…”, replica il presidente della Finmeccanica Giuseppe Orsi. I due potenti pro tempore stanno parlando del direttore generale della Finmeccanica, Alessandro Pansa. È un impagabile momento-verità di come viene gestita una grande azienda pubblica. Ci sono al vertice due uomini, un presidente e amministratore delegato di anni 66 e un direttore generale di anni 50. Dovrebbero lavorare insieme per togliere dalle peste un’azienda strategica: 70 mila posti di lavoro, il più importante avamposto tecnologico dell’industria italiana. Il bilancio 2011 si è chiuso con 2,3 miliardi di euro di perdita. E i due manager anziché collaborare si fanno la guerra. Orsi vuole togliersi dai piedi il collega, che è nel quartier generale romano di piazza Montegrappa da molto prima di lui. Pansa punta al posto di Orsi, già indagato per corruzione internazionale e riciclaggio. Orsi ne parla in modo sprezzante. Esattamente sette giorni prima della cena intercettata tra Orsi e Gotti Tedeschi, il 16 maggio, in occasione dell’assemblea degli azionisti Finmeccanica, lo scontro è stato frontale. Pansa puntando sull’appoggio dell’allora vice-ministro dell’Economia, Vittorio Grilli, ha cercato di farsi dare dal consiglio d’amministrazione alcune deleghe di Orsi, per affiancarlo come secondo amministratore delegato. Orsi ha respinto vigorosamente l’assalto, come sei mesi prima.

L’1 DICEMBRE 2011, quando Guarguaglini ha lasciato la presidenza di Finmeccanica, accadde di tutto. Il nuovo presidente doveva essere l’ammiraglio Guido Venturoni, ma la sua nomina fu bloccata all’ultimo momento da Grilli, vice-ministro da pochi giorni. Niente Venturoni, troppo amico di Gianni Letta, sentenzia Grilli, che fa parte dell’altra cordata di potere, quella di Giulio Tremonti. Grilli ha un nome in serbo: Alessandro Pansa. Ma Orsi alza le barricate, e dopo un giro di convulse telefonate incastra Grilli e il suo amico Pansa: la presidenza se la prende lui, aggiungendola alla carica di amministratore delegato.

Orsi prova per Pansa qualcosa che è più di un’antipatia. Gli inquirenti riassumono così il suo scambio di vedute con Gotti Tedeschi: “Ribadiscono che il consiglio non sopporta Pansa. Quindi rimarcano il fatto che Pansa è forte mediaticamente, sfrutta ancora l’influenza del padre per i dispettini, seppur il padre abbia ormai 80 anni, questi infatti continua comunque a scrivere un libro all’anno”.

GIAMPAOLO PANSA, padre di Alessandro, di anni ne ha solo 77, per la verità, e da alcuni anni i dispettini a cui sembra dedito riguardano fatti precedenti alla nascita del figlio. Il quale è a sua volta incardinato nel potere finanziario, dove gode di relazioni e protezioni più efficaci dei presunti dispettini mediatici orditi dal papà grande firma. Per esempio il legame con Grilli, come Gotti Tedeschi spiega a Orsi quando quello gli chiede “perché Grilli supporta così Pansa”. Dice: “Sono amici da tanti anni, non so perché! Sono amici! Grilli non è un … un uomo che organizza il potere, è un uomo semplice!”. All’amico, che cerca di tranquillizzarlo, Orsi non sembra dare ascolto. È ossessionato da Pansa, vuole vederlo vaporizzato in un altrove qualsiasi: “Sì, però io, io, però io una mia idea di sbattere via Pansa, io rinuncio alla presidenza, faccio l’amministratore delegato, prendo un presidente, piuttosto che avere uno a valle preferisco avere uno a monte io!”. Sono passati sei mesi e Orsi e Pansa sono ancora lì, a collaborare… Povera Finmeccanica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...